"Molino del Salento": appuntamento per il 20 agosto

Sabato 20 agosto appuntamento da non perdere presso il "Molino del Salento" con inizio alle ore 20,30. Un invito a trascorrere una salentinissima notte d’agosto tra percorsi di storia e di cultura gastronomica con cena folk ed etno-musiche.

Sarà, promettono gli organizzatori, una notte tutta di tradizione e tutta a portata di gusto. Il progetto nasce dalla collaborazione tra il QuoquoMuseo del Gusto e l’azienda luogo del l’evento, il Molino del Salento.

Sarà una notte magica. Sarà una notte di farine. Perché, dice Titti Pece, direttrice del QuqouoMuseo del Gusto, per gustare la cucina di un luogo e per capirla bisogna partire proprio dalle sue farine. E dai grani e dai cereali da cui esse derivano. Si comincia da qui quando si parla della famosa triade mediterranea: che anche qui, questa notte, dopo i grani (nel percorso di visita del mulino) e i suoi derivati in paste, focacce e pani (gustosissimi sulla tavola de La Notte del Mulino), porterà a tavola, a celebrare il menu, i frutti della vite e dell’ulivo. Tutto nella forma e nelle atmosfere di una festa agricola.

Titti Pece, direttrice del Museo del Gusto, e Francesco Tarantino, imprenditore agricolo firmano questo evento di cultura agricola e gastronomica e danno appuntamento per questa magica Notte del Mulino così presentandola.

Nel programma:

- Da vedere e da conoscere. Tutto il percorso della molitura dai cereali alle farine: visita guidata del mulino e del percorso di produzione dei prodotti aziendali (a cura di Francesco Tarantino, agronomo, titolare dell’azienda Molino del Salento)
- Percorso di archeologia industriale. Un monumento al lavoro agricolo: in esposizione la grande trebbiatrice in legno degli anni ’30 del ‘900 -
- Da gustare sulle tavola di una festa agricola. Il menu de lu capucanale di un’estate che sta (quasi) per finire. (progetto a cura del Quoquomuseo del Gusto – preparazioni a cura di IPSSEOA OTRANTO)
- Da ascoltare ballando insieme tutti in pista: Musiche canti e pizziche con il gruppo etnomusicale salentino Arsura
- Da scegliere, tra i prodotti in esposizione, qualcosa di buono –sapori, gusti, letture ed eccellenti bottiglie - per qualche regalo da farsi o da fare e da mettere subito in dispensa o in valigia

Menu:
Ispirato e costruito sui modelli culturali del mondo agricolo padronale e contadino, il menu riproduce e propone, quasi in un percorso di archeologia dei sapori, le pietanze una volta in uso nelle tradizionali feste dette “de lu capucanale”, che segnavano, celebrandola a tavola, la fine di una stagione agricola di lavoro nei campi. I prodotti vengono direttamente dai campi di grano e di orzo, dagli orti, dalle masserie, dai grandi forni, dal mulino. Sono tutti prodotti selezionatissimi trasformati in succulente pietanze grazie all’intervento, in cucina, di cuochi e chef prestatisi ad onorare questa festa agricola. Non manca e aggiunge eccellenza all’eccellenza della tavola, il percorso gustativo dei formaggi,, dell’extravergine salentino e dei vini: per i quali tavole e menu si avvalgono della collaborazione di prestigiose aziende salentine (rispettivamente Masseria Padulano – az. Agr. Olearia Antonio Conte - cantina Castel di Salve)

Quota di partecipazione:
euro 25 (vini a parte).
Prenotazione: Tel 0836-465075 e 320 3524352.