Appuntamento cicloturistico: le macchine di Leonardo al castello di Acaya e gli alberi monumentali

Per trascorrere la domenica alla scoperta di un angolo del Salento forse meno noto segnaliamo, come hanno fatto alla nostra redazione, il seguente percorso cicloturistico:

I Tappa: il borgo fortificato di Acaya, dominato dalla fortezza cinquecentesca progettata dal celebre architetto militare, Giangiacomo dell'Acaya, da cui il medesimo borgo prende il nome.
All'interno delle sale del castello, avremo modo di visitare la mostra delle macchine di Leonardo da Vinci, un'esposizione di circa quaranta riproduzioni abilmente eseguite da Giuseppe Manisco, eccezionalmente prorogata fino a maggio in virtù del successo di pubblico e critica:

Al termine della visita guidata al castello e alla mostra, si pedala in direzione Strudà e ci fermeremo nei pressi della masseria Visciglito.
La masseria, in origine convento dei Gesuiti, ha avuto nei secoli dei notevoli mutamenti e trasformazioni testimoniate dalle costruzioni più diverse che la circondano. La chiesetta risale al 1500, l’impianto principale al secolo successivo e quindi nel 1800 le altre costruzioni che dimostrano la sua trasformazione in masseria. Le antiche origini del sito sono testimoniate dagli ulivi bimillenari (i più vecchi d’Europa) che si ammirano a poche decine di metri e che indicano il tipo di agricoltura che qui si praticava e dalla Strada Traiana che la lambisce: http://www.prolocovernole.it/olivi.htm

Dopo una doverosa "siesta" si riprenderà il viaggio in direzione Pisignano e lungo il percorso cicloturistico che collega questa località a Strudà, l'altra frazione vernolese appena attraversata, ci fermeremo ad ammirare un altro prodigio della natura, il gigantesco leccio plurisecolare ultimo residuo della originaria selva che circondava Lecce. Il tronco ha la circonferenza di oltre 4 metri e i rami piegano sino a terra per una circonferenza di circa 90 metri! Si dice che la foltissima chioma fosse in passato nascondiglio e ritrovo di briganti, da cui il nome "Lizza (espressione dialettale di "leccio") dei briganti".
Mappa e storia di Pisignano.

Il rientro a Lecce avverrà sempre percorrendo strade rurali e secondarie poco trafficate dopo aver attraversato l'abitato di Merine.

PRO-MEMORIA:

Raduno: Lecce, piazza Mazzini (angolo Benetton) ore 08:45.
Partenza: ore 09:00 in punto.
Rientro previsto: ore 17:00 circa.
Lunghezza percorso: km. 30 circa.
Fondo stradale: prevalentemente asfaltato.
Livello difficoltà: facile. Il percorso è pianeggiante e la lunghezza lo rende accessibile a tutti.
Bici consigliate: qualsiasi, purché con dispositivo di segnalazione acustica e freni efficienti e con copertoni sufficientemente larghi per poter affrontare in sicurezza i brevi tratti sterrati.
Cosa portare: casco per bici omologato, acqua, almeno una camera d’aria di scorta ed attrezzi per piccole riparazioni, k-way per ripararsi in caso di peggioramento delle condizioni meteo, pranzo al sacco, macchina fotografica e... tanta voglia di divertirsi!!!

Info:3208595945

Per la visita al castello di Acaya è previsto il pagamento del biglietto di € 1,00 mentre per la mostra alle macchine di Leonardo si pagano € 5,00 pro-capite che si potranno ridurre a 3 euro se il nostro gruppo dovesse raggiungere il numero di 25 visitatori.

Bisogna confermare la partecipazione a mezzo mail (pgt.biketrips@gmail.com) o telefono (3208595945) entro e non oltre martedì 13 aprile.