La Puglia celebra la Settimana della Biodiversità

In occasione della Giornata nazionale della Biodiversità, in programma il 20 maggio, la Regione Puglia promuove la Settimana della biodiversità pugliese di interesse agricolo e alimentare, in programma dal 18 al 26 maggio in numerose città pugliesi.

L'iniziativa è stata presentata a Bari in conferenza stampa dall'assessore regionale alle Risorse agroalimentari, Leo di Gioia. "E' l'occasione per valorizzare e promuovere le centinaia di varietà vegetali ritrovate sul nostro territorio e custodite dai nostri agricoltori. Recuperiamo così - ha sottolineato Di Gioia - la memoria del patrimonio, anche genetico, e la trasformiamo in valore aggiunto con le produzioni agricole e la divulgazione, anche scientifica. La tutela e la valorizzazione della biodiversità sono strategici per lo sviluppo della nostra Regione ed il Programma di Sviluppo Rurale riserva importanti e nuove risorse finanziarie per sostenerle".

La Puglia come testimoniato dalla legge regionale 39 del 2013 in materia di tutela delle risorse genetiche autoctone ha anticipato - è emerso durante la premiazione - le scelte nazionali a tutela della biodiversità. Sono in tutto 32 gli eventi in programma organizzati per la settimana della biodiversità e tra le tante iniziative (consultabili su biodiversitapuglia.it) ci sono seminari, visite guidate ai campi di conservazione delle piante 'biodiverse' e alle aziende dei 'coltivatori custodi', laboratori didattici presso gli Istituti di ricerca, una mostra fotografica sulle varietà locali e sui prodotti, mostre pomologiche sui frutti antichi, presentazione di libri sulla biodiversità locale, degustazioni e laboratori.

Fagiolini 'dall'occhio', pomodori pizzuti, pizzutelli ed 'a cancedd', peperoni cornaletto, cavoli ricci, carciofi bianchi o centofoglie, caroselli barattiere e cicoria 'scattatora': sono alcune delle varietà locali di ortaggi protagoniste della settimana della biodiversità pugliese di interesse agricolo e alimentare.