Si al fotovoltaico, ma senza deturpare il paesaggio

Si al fotovoltaico, ma senza deturpare il paesaggio

Nel Consiglio provinciale di ieri si è discusso di impianti fotovoltaici. Il tema è di stretta attualità: da una parte si vuole incrementare il ricorso alle energie rinnovabili, e per questo esistono una serie di incentivi; dall'altra si vuole impedire l'installazione indiscriminata dei pannelli fotovoltaici sul territorio salentino.

Ne è venuta una indicazione - all'unanimità - a tutte le amministrazioni comunali riguardo alla necessità di redigere strumenti di pianificazione o di intervenire su quelli esistenti per limitare la proliferazione di installazioni e rispettare le caratteristiche del paesaggio. Sulla questione è intervenuto con un comunicato il sindaco di Melpignano, Sergio Blasi.

Il tema della salvaguardia dell’ambiente è stato sempre tra le mie priorità dal primo giorno da sindaco della mia comunità, Melpignano. In questi lunghi anni ho messo in atto, insieme alla mia squadra di governo, diverse iniziative in campo ambientale che vanno dalla sua tutela e salvaguardia, come la lotta contro i fumi inquinanti della Copersalento, a politiche di risparmio energetico, come l’ammodernamento dell’illuminazione pubblica con un sistema di telecontrollo e tele gestione di tipo punto-punto e dell’utilizzo dei led per l’illuminazione votiva, alla valorizzazione delle fonti rinnovabili di energia, come l’istallazione di pannelli fotovoltaici di produzione di energia elettrica sugli edifici pubblici.

Ritengo, inoltre, che la tecnologia fotovoltaica sia uno strumento importante sul lungo periodo per la generazione di energia elettrica e considero prioritario, per rendere i cittadini partecipi dei vantaggi che una tale tecnologia offre, mettere in atto politiche attive di comunicazione e promozione. Proprio in questo contesto si inserisce l’incontro pubblico che realizzai alcuni mesi fa a Melpignano, per presentare il protocollo d’intesa per lo Studio di Fattibilità del Progetto “Melpignano, impianto fotovoltaico diffuso sui tetti” sottoscritto tra il Comune di Melpignano, “Officina Creativa” Società Cooperativa Sociale ed il Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione dell’Università del Salento.

Dov‘è la rivoluzione? Sta nel fatto che il Comune è garante tra il cittadino che mette a disposizione per venti anni il suo terrazzo e la società che realizza l’impianto a sue spese, concedendo l’approvvigionamento domestico necessario a chi rende disponibile la propria abitazione