"Luminarie" De Cagna: a Maglie un'arte chiamata luce

"Luminarie" De Cagna: a Maglie un'arte chiamata luce

La luce che diventa arte. Ci sono sogni che raccontano storie e storie che raccontano sogni. Questa è una storia che fa sognare milioni di persone in tutto il mondo.

Questa è la storia di Cesario De Cagna e dei suoi figli Giuseppe, Ermes, Boris ed Herry. Insieme formano un’azienda che diffonde Luce in tutto il pianeta.

La loro è una Luce differente, diversa, artistica. E’ un’Arte chiamata Luce. Già, perché Cesario con Giuseppe, Ermes, Boris ed Herry sono la L. C. D. C. ovvero “Luminarie Cesario De Cagna” con sede a Maglie, nel Salento.

Sono la forza vitale di un’azienda che “diffonde” i suoi allestimenti avveniristici di Luce in tutto il mondo. La Luce è il soggetto principale dell’azienda. Il vero mezzo creativo in grado di evidenziare le perfette geometrie degli edifici e delle forme dell'arte. La Luce delle Luminarie De Cagna disegna e modella spazi, atmosfere, sensazioni. Emoziona, crea un immaginario carico di sfumature, di significati differenti, di pensieri.

E' una luce che va oltre i naturali confini spazio-temporali. E' una Luce che riesce a far sognare, grazie a suggestivi rapporti tra Luce ed Architettura, tra Luce ed Arte.

Arte e architettura: insieme affinché la Luce diventi una dolce poesia e non solo una mera funzione tecnica. Una Luce che ha origini remote, in quanto considerata l’arte più importante e soprattutto più particolare delle festività pugliesi, le luminarie appunto che - con “gallerie”, “frontoni”, “cassarmoniche”, “candelabri”, “spalliere” - addobbano le piazze, i corsi e le strade dei paesi nei giorni di festa. Una storia che fa sognare, si diceva. Una storia lunga che ha inizio nel 1930, quando le luminarie erano ancora a carburo o ad olio, in quanto non si usava l’energia elettrica.

Noi di SalentoWebTv nel pomeriggio visiteremo le "Luminarie" a Maglie e vi racconteremo la loro "storia".