Lecce 2080: il guerrilla marketing non deve restare sommerso

piazza sant'oronzo sommersa dall'acqua

Anche una delle bibbie italiane del marketing non convenzionale, Ninja Marketing, ha dedicato un post alla misteriosa iniziativa che ha riempito prima le strade di Lecce di uova (rivelatesi poi guscio di bimbi anfibi) e poi di inquietanti manifesti i suoi muri. Proprio strade e muri sono i più minacciati dalle immagini proposta da questa campagna, che rappresenta piazza Sant'Oronzo completamente sommersa dall'acqua, nell'anno simbolo di questa sua agghiacchiante decadenza subacquea: il 2080.

Lecce 2080 è una delle prime campagne di guerrilla marketing in piena regola svolte sul nostro territorio, da un'agenzia di comunicazione locale: Utopya Minds Lab. La loro idea ha colmato Lecce, prima che il futuro la colmi realmente d'acqua, e soprattutto ha colmato le menti dei leccesi non solo di cartelloni 3 per 6, ma anche di apprensione, di tensione; in certi casi di fastidio; nei migliori, si spera, riflessione.

Seguite il disvelamento progressivo dietro queste immagini di Lecce sommersa e di neonati branchiati attraverso gli aggiornamenti di questo sito web e di questo account Twitter.

Unico piccolo diffetto della campagna è il nome somiglia troppo da vicino al nome di un distretto Rotary, per indicare subito emergenza ambientale (o quello che sarà annunciato al termine della tempo previsto dall'agenzia Utopya Mind Labs, che l'ha concepita e realizzata).