Per 5 notti è Scorrano la Ville Lumière, non Parigi

backstage torre eiffel scorrano santa domenica

Se gli scorsi anni eravate rimasti sbalorditi da cosette come la Torre di Pisa interamente fatta di genio e luminarie, opera dei fratelli De Cagna, non avete ancora visto la Tour Eiffel di quest'anno. Ancora una volta, è Scorrano e la sua Festa di Santa Domenica (dal 5 al 10 luglio 2011) la scenografia e l'occasione per esaltare tutto il talento e la tradizione di questa eccellenza artigianale del Salento.

Per l'edizione 2011 l’organizzazione è come sempre kolossal. Viali interi di luminarie, di cui un solo tratto basterebbe a rallegrare una festa patronale di normali dimensioni. Ma pure i vicoli e i vicoletti di Scorrano hanno la loro luminaria: più minimalista, più intimista, con meno colori ma con un'altra emotività.

La novità di quest'anno - più spettacolare ancora del grande edificio di luce a pianta centrale, con tanto di torrioni ottagonali, a ricordare Castel del Monte - è la Tour Eiffel di 25 metri di altezza, larga 9,4 e fatta di 15.000 lampadine colorate. L'opera dei De Cagna riproduce il 13% della Torre di Gustave Eiffel, ma certamente negli occhi e nel cuore degli scorranesi e di tutti i salentini che andranno a rimirarla sarà anche più del 100%.