Lecce ed Otranto: lotta dura contro la contraffazione e l'abusivismo commerciale

Prende il via oggi, a Lecce e Otranto, la campagna di informazione e sensibilizzazione “Io non voglio il falso”, promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico, dai Comuni di Lecce ed Otranto, con la partecipazione del Consiglio Nazionale Anticontraffazione e il contributo di INDICAM, l'Istituto creato da Centromarca per la lotta alla contraffazione. L'obiettivo è quello di contrastare il fenomeno della contraffazione e dell’abusivismo commerciale.

Un impegno concretizzatosi attraverso un protocollo d’intesa che prevede una serie di iniziative che partono dalla campagna di informazione e sensibilizzazione in tema di lotta alla contraffazione e all’abusivismo commerciale e che animerà piazze e lungomare di Lecce ed Otranto dal 24 al 26 luglio.

Il via ufficiale è stato dato il 20 luglio scorso dal Sindaco di Lecce, Paolo Perrone e il Sindaco di Otranto, Luciano Cariddi, dal Direttore Generale della Direzione per la Lotta alla Contraffazione – UIBM, Avv. Loredana Gulino, e dal Presidente del Consiglio Nazionale Anticontraffazione, Avv. Daniela Mainini, dall’Assessore alle Attività Produttive di Lecce, Luigi Coclite e l’Assessore alle Attività Produttive di Otranto, Salvatore Sindaco.

In questo progetto protagoniste saranno anche le Associazioni di Categoria, direttamente colpite dalla contraffazione. Inoltre, il 24, 25 e 26 luglio verrà allestito uno speciale Infopoint in piazza S. Oronzo a Lecce e sul Longomare degli Eroi al Monumento ad Otranto per fornire ulteriori informazioni alla cittadinanza attraverso la distribuzione di materiale informativo.

La contraffazione da sempre viaggia al passo con tutti i prodotti di marchi importanti e non. I traffici da essa generati stanno diventando una seria minaccia non solo per l'economia, ma anche per lo sviluppo a lungo termine; questi traffici rappresentano inoltre uno dei nuovi campi d'interesse oltre che dei contraffattori, anche della criminalità organizzata.

Si tratta quindi di una storia lunghissima, di un problema ricorrente, che ha ripercussioni decisamente diverse ed più gravi negli ultimi anni. La sicurezza dei consumatori è in pericolo. E di questo si sta prendendo lentamente coscienza.