Decreto firmato e inoltrato al Ministero Lavoro: presto la cassa integrazione ai 120 lavoratori Labor Gruppo Filanto

A quanto pare la firma c'è e i ritardi sono tutti da addebitare alla burocrazia che ha, ormai è risaputo, i suoi tempi.

Con protocollo n.189/51, il 28 luglio scorso, è stato firmato presso il Ministero dell'Economia e delle Finanze e rispedito al Ministero del Lavoro il decreto che dovrebbe sbloccare la situazione e garantire così la cassa integrazione ai 120 lavoratori della Labor gruppo Filanto.

La crisi del Tac ha ferito profondamente il Salento e lascerà segni che difficilmente si potranno cancellare a breve termine. Questo vale per il sistema produttivo del territorio, ma vale anche e soprattutto per il dramma che centinaia di famiglie stanno vivendo, tra difficoltà e incertezze continue.

A tutto ciò si aggiunge la beffa dei ritardi per l’avvio della procedura di concessione della cassa integrazione, come accaduto per i 120 lavoratori dell’azienda Labor del Gruppo Filanto.

Sono passati due mesi dalla firma, da parte del Ministero del Lavoro, del decreto per la concessione di cassa integrazione in deroga, e tutto è rimasto fermo, per altrettanto tempo, al Ministero dell’Economia e delle Finanze per la controfirma.

Questo, nonostante le ripetute sollecitazioni, compresa l’interrogazione parlamentare dell’onorevole Teresa Bellanova. Quel che è certo è che i lavoratori della Labor e le loro famiglie, molte delle quali monoreddito, non percepiscono alcuna indennità dal mese di aprile 2011.

La speranza ora è che i tempi vengano rispettati, affinché l'Inps possa erogare finalmente l'indennità ai lavoratori che non possono più attendere, né possono aspettare che gli uffici ministeriali riprendano i ritmi “post-ferie” fra un altro mese. Pertanto la Cgil di Lecce fa un appello all’attenzione e alla sensibilità delle istituzioni e dei parlamentari salentini, di ogni colore, affinché non si verifichino più situazioni così gravi che costringono all’esasperazione persone che altro non chiedono se non di mantenere la loro dignità di lavoratori e di cittadini.

A tal proposito interviene l'onorevole Bellanova:“Ritengo sia mio dovere tranquillizzare pubblicamente queste persone comunicando che dopo innumerevoli sollecitazioni ed una interrogazione presentata qualche giorno addietro, ai Ministri competenti, arriva una buona notizia: il decreto di proroga della cassa integrazione è stato finalmente firmato da Tremonti e rinviato al Ministero del Lavoro. Adesso è necessario che la situazione venga comunque monitorata dagli organismi preposti e che tutti facciano la propria parte affinchè questo indennizzo arrivi quanto prima nelle case dei lavoratori”.