"Vendemmia 2011": ottima annata con molte punte di eccellenza

"Vendemmia 2011": ottima annata con molte punte di eccellenza

Sono iniziate in tutta la Puglia nel segno dell’ottimismo le operazioni di vendemmia che, come da tradizione, ha esordito con le uve precoci Chardonnay e Sauvignon.

Sono, infatti, ottime le previsioni dei tecnici per l’annata 2011 che indicano anche molte punte di eccellenza.

Complici le piogge primaverili, che hanno favorito un germogliamento uniforme dei tralci consentendo un regolare sviluppo vegetativo, mentre la fase di fioritura, che ha visto situazioni climatiche non molto favorevoli, ha determinato qualche problema di “colatura dei fiori” con una riduzione delle quantità di uva per ettaro.

Dunque, per la vendemmia 2011 si prevede in Puglia un leggero calo della produzione a fronte, però, di una qualità ottima piuttosto diffusa.

C’è da dire che in tutta la regione lo stato sanitario dei vigneti è nel complesso buono, poiché focolai di peronospora e di oidio, comparsi in forma leggera, sono stati ottimamente controllati dai viticoltori.

Oggi simbolico e ormai tradizionale taglio del nastro della vendemmia 2011 nei vigneti di Galatina dell’azienda Santi Dimitri alla presenza dell’assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia Dario Stefàno.

Ad accompagnarlo, Carlo Martin Vallone dell’azienda Santi Dimitri, l'enologo dell'azienda Giuseppe Pizzolante Leuzzi, il Presidente di Assoenologi di Puglia, Basilicata e Calabria Leonardo Palumbo e Vito Pavone, esperto vitivinicolo dell’Assessorato regionale, che hanno partecipato alla conferenza stampa in cui sono state rese note le previsioni per l’annata 2011