Vita di coppia? In alcuni "casi" può nuocere alla salute

Vita di coppia? In alcuni "casi" può nuocere alla salute

La vita di coppia? Può nuocere alla salute. Almeno a certe condizioni. Lo afferma una ricerca dell'Università di Cincinnati, secondo cui nelle coppie eterosessuali sposate e conviventi, cosi' come nelle coppie gay e lesbiche, se un membro della coppia acquista abitudini nocive, anche il partner, nel corso del tempo, tende ad acquisirle.

I risultati dello studio saranno presentati a Las Vegas il prossimo 23 agosto in occasione del meeting annuale dell'American Sociological Association.

Corinne Reczek, docente di sociologia presso l'UC, ha analizzato la cattiva influenza di un partner sulle abitudini di salute. Insieme a due ricercatori ha condotto interviste su 122 persone, di cui 31 coppie coinvolte in relazioni eterosessuali, 15 coppie gay, 15 coppie lesbiche. Ai partecipanti sono state fatte separatamente una serie di domande aperte sul fumo e su abitudini di salute come eventuale consumo di alcol, il consumo di cibo, la qualita' e quantita' del sonno, l'esercizio fisico svolto e cosi' via.

"Particolare attenzione e' stata posta inoltre a come il partner struttura ciascuna di queste abitudini", ha detto Reczek.

"E' emerso che un'eventuale cattiva abitudine di un partner influenza fortemente anche l'altro, gli individui della coppia tendono quindi a convergere nelle abitudini di salute", ha osservato la ricercatrice americano.

Un esempio potrebbe essere il modo in cui entrambi i partner cominciano a mangiare cibi non salutari acquistati da uno dei due.