A Maglie deturpato il monumento in memoria della strage di Capaci

A Maglie deturpato il monumento in memoria della strage di Capaci. Solidarietà e condanna della CGIL: “Gesti miseri, vandalici e vigliacchi che denotano non solo spregio per la memoria di persone che hanno sacrificato la vita per la lotta alla mafia, ma che, a nostro avviso, sono anche segno di ignoranza e meschinità di spirito e di intelletto”.

La CGIL della provincia di Lecce esprime solidarietà ai compagni del Presidio di Maglie dell’associazione Libera Antimafie “Antonio Montinaro” che ha sede da pochi mesi nella Camera del lavoro della Cgil e che in questi giorni ha constatato un grave atto vandalico ai danni del monumento dedicato alle vittime della strage di Capaci.

È stata infatti imbrattata la stele che riporta i nomi di Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Antonio Montinaro, Rocco Di Cillo, Vito Schifani, depositata dall’Associazione lo scorso 23 maggio, in occasione dell’anniversario di quell’efferato delitto di mafia, nel Parco della Rimembranza a Maglie, all’ombra della quercia della memoria.

Sono gesti miseri, vandalici e vigliacchi che denotano non solo spregio per la memoria di persone che hanno sacrificato la vita per la lotta alla mafia, ma che, a nostro avviso, sono soprattutto segno di vile ignoranza e meschinità di spirito e di intelletto.

È preoccupante l’assenza di cultura che provoca atti di questo tipo: atto che assume ulteriore importanza perché avvenuto in uno spazio frequentato, durante la giornata, prevalentemente da studenti verso i quali è proprio indirizzato il messaggio di ricordo e di sensibilizzazione. “L'albero e la stele posti in quel luogo” - come sottolineano i responsabili dell’Associazione “Antonio Montinaro” - vogliono essere memoria, in modo particolare, ma non solo, per le giovani generazioni che devono sentirsi chiamate a rifiutare e condannare cultura e comportamenti mafiosi e/o mafiogeni”.

La Cgil appoggerà le iniziative che sono già in fase di preparazione da parte dell’Associazione, con la convinzione che oltre a condannare, è importante anche intensificare un'azione culturale, coinvolgendo le istituzioni pubbliche e quelle scolastiche. Proprio con questo spirito il Presidio "Antonio Montinaro" di Maglie ha pensato di organizzare un incontro con i giovani e con tutti coloro che vorranno esserci, presso la stele e l'albero della memoria alle 18.00 del prossimo 28 settembre, dando spazio a tutti con microfono aperto per intervenire con riflessioni, brevi testi, musiche, canzoni, poesie e frasi celebri da loro scelte.