Raccolta differenziata del vetro. A Lecce il Premio Green Award

Raccolta differenziata del vetro. A Lecce il Premio Green Award

Lecce si aggiudica il prestigioso Green Award per essersi classificata tra le prime tre città italiane nella raccolta del vetro. La comunicazione ufficiale è arrivata lo scorso aprile con un telegramma indirizzato al sindaco Paolo Perrone da parte di Giampaolo Caccini, presidente del Co.Re.Ve.

La cerimonia per il conferimento del premio, con una diretta radiofonica su Radio 2 RAI, è fissata per venerdì 22 giugno, alle ore 9.45, al Teatro Romano, in via Arte della Cartapesta.
Dopo il Blue Award, conferito appena un anno orsono, un altro premio assegnato dal Co.Re.Ve, Consorzio del Recupero Vetro, all’Amministrazione Comunale di Lecce per essersi distinta nella raccolta differenziata del vetro.

Venerdì 22 giugno, per l’occasione, inoltre, a partire dalle 8 del mattino, “Il Ruggito del Coniglio”, la storica e popolare trasmissione radiofonica di Radio 2 e condotta da Marco Presta ed Antonello Dose, in via del tutto eccezionale andrà in onda proprio dal Teatro Romano.

Il celebre format radiofonico della RAI ha dato un grande contributo in questi ultimi tempi nel dare le giuste informazioni sul recupero del vetro ed è diventato orami una sorta di “partner” mediatico del Consorzio Recupero Vetro (Co.Re.Ve.).

Lecce, dunque, rientra ufficialmente tra i 3 centri urbani che hanno raggiunto l’eccellenza nella qualità della propria raccolta su tutto il territorio nazionale. E in effetti la scelta di premiare l’Amministrazione leccese non è affatto casuale.

Nel 2007 sono state raccolte circa 600 tonnellate di vetro, mentre nel 2011 si è passati a 1.630 tonnellate. In poco più di 4 anni si è arrivati quasi a triplicare il quantitativo. Un obiettivo raggiunto grazie anche al lavoro e all’impegno del Settore Ambiente che consente ai cittadini di conferire gli imballaggi in vetro (ad esempio bottiglie e barattoli) oltre che nelle apposite campane stradali, anche nelle isole ecologiche, nei centri di raccolta di rifiuti differenziati e attraverso il servizio di raccolta porta a porta, attivo in via sperimentale nel centro storico cittadino.

Il Co.Re.Ve ha deciso di conferire all’Amministrazione Comunale il premio Green Award per “i grandi risultati ottenuti sul piano qualitativo nella raccolta differenziata del vetro”. “Un riconoscimento – ha spiegato il presidente di Co.Re.Ve, Gianpaolo Caccini – per far conoscere il meritorio contributo alla salvaguardia dell’ambiente e delle risorse naturali dato dalla città di Lecce, dai suoi cittadini e dall’Amministrazione che la governa”.

Determinanti per l’ottenimento del prestigioso riconoscimento sono state le iniziative poste in essere dal Settore Ambiente sotto la guida di Fernando Bonocuore, e dal precedente Assessorato di Gianni Garrisi, e legate al progetto denominato C’è Vetro e Vetro che si è avvalso della collaborazione, oltre che di Co.Re.Ve., anche di Anci, Federambiente e Assovetro. Gli interventi hanno visto scendere in piazza assessore, dirigente, funzionari e tecnici per sensibilizzare opinione pubblica e istituzioni sul tema della raccolta differenziata del vetro e incentivare i cittadini a effettuare una corretta separazione del materiale.

“Siamo davvero lieti – ha dichiarato Dante Benecchi, Direttore Generale di Co.Re.Ve - di consegnare il premio alla città e siamo sicuri che servirà sia da incentivo per migliorare sempre più la raccolta del vetro di qualità a Lecce sia come esempio virtuoso per altri comuni”.

“E’ la dimostrazione – conclude il neo assessore alle Politiche Ambientali del Comune di Lecce, Andrea Guido – che, dopo aver imboccato la strada giusta, qualche anno fa (lo dicono i dati) sono stati raggiunti con il mio predecessore, l’Gianni Garrisi, standard e obiettivi che ci hanno permesso di diventare un vero e proprio modello su scala nazionale. La salvaguardia dell’ambiente è una delle priorità di questa Amministrazione che continuerà a lavorare giorno per giorno per raggiungere risultati del genere”.

”Il mio mandato - ha concluso Guido - si pone nel segno della continuità con l’obiettivo di conservare gli standard d’eccellenza raggiunti perseguendo al contempo ogni possibilità di ulteriori potenziamenti di tutte le attività volte alla tutela e alla valorizzazione dell’ambiente in cui viviamo”.