Eventi, oggi e domani nel Salento. Promemoria smart per i vacanzieri dell'ultima ora.

Non esiste una certificazione degli eventi salentini, in un territorio noto per la sua "bulimia" estiva (consentitemelo, n.d.r.) è necessario smistare tra la bigiotteria per farsi un’idea di quello che potrebbe essere un calendario degli appuntamenti da non perdere.
La motivazione è chiara: il turista, tanto quanto il nativo salentino, è stanco di rifare ogni anno i classici percorsi della transumanza, i pascoli in quota lungo i due litorali o il solito quartier generale delle sagre meno tipiche per prodotti e slogan.

Nell’aria c’è odor di serenate: per i più pigri, ovvero quelli che amano restare a Lecce durante il fine settimana, stasera, sabato 14 luglio, nel Teatro Romano è previsto un concerto dell’Orchestra SinfonicaTito Schipa”, perciò spegnete l’iPod e ascoltate l’organico ridotto eseguire la Serenata in Mi bemolle maggiore K 375 per strumenti a fiato di Mozart.

Se invece la musica pensata per i nobili del Settecento non vi garba, potete spostarvi a Sannicola e darvi bellamente ai ritmi indiani, iraniani e italiani degli “Yar Ensemble”, il trio di musicisti è ospite del “Salento Festival del Tamburello”, al Parco degli Ulivi a partire dalle 22.30, avete il tempo per andare in cerca di trattorie tipiche a costi che voi umani non potete neanche immaginare.

Per i più conservatori, c’è Antonella Ruggiero in concerto a Squinzano. L’ex fatina dei Matia Bazar va in scena a Villa Cleopazzo, giacché ci siete fatevi indicare la strada per gli antichi Stabilimenti Folonari, una chicca per gli amanti dell’archeologia industriale, qui un tempo si produceva il Chianti.

Può darsi che la musica vi abbia stufato, in tal caso vi consiglio un giro nella Grecìa Salentina, stasera a Melpignano c’è la storica penna de “Il Foglio”, Marina Valensise, che tiene banco con il suo libro “Il sole sorge a Sud” (edito da Marsilio), in Piazza San Giorgio, a seguire la proiezione di un documentario finora mai proiettato nel Salento, “Attraverso la Notte della Taranta”, a cura di Paolo Mongiorgi e Luisa Barbieri.

Se non sapete in che occasione sfoggiare i vostri occhiali da riposo modello Allen Ginsberg, l’evento più intellettuale del giorno è in svolgimento in quel di Acaya, nelle scuderie del Castello, in occasione dell’ultima tappa dello Young Artist Contest, una lectio magistralis di Grazia Francescato, per giunta il mare è vicino, tirando dritto con un buon navigatore sarete a Torre Dell’Orso in men che non si dica e volendo anche a Otranto.

In ogni caso, se passate da Torre Dell’Orso, non concedersi un gelato da Dentoni (sembra un albergo cinque stelle, ma non fatevi ingannare è una gelateria, n.d.r.) sarebbe imperdonabile. Goloso avvisato mezzo salvato.
A quel punto, non rammaricatevi se dall’altra parte, a Gallipoli per l’esattezza, nello stesso momento si svolge il Lottarox Summer Festival, la kermesse indie di musica live stasera farà vibrare il Parco Gondar.

Più particolare, più intima, la tre giorni di buona musica in riva all’Adriatico, il “Soul Food Rock Festival” che fino a domenica 15 luglio animerà il chioschetto sul lungomare, proprio di fronte alle Due Sorelle.
Toglietevi i sandali e passeggiate sul lungomare, stasera ci sono i “freaks” di Tobia Lamare & The Sellers, freschi di uscita discografica con “Are you ready for the freaks?” e domani (15 luglio) il Festival chiude i battenti con la performance garage beat dei “The Rejects”. Poi non dite che non eravate stati avvisati. Non facciamoci mancare niente.