Eventi: da Max Gazzé al Cinema del Reale, ecco la guida smart del fine settimana salentino.

Parafrasando un vecchio film, ma saltando di palo in frasca: indovina chi viene a Lecce? Max Gazzè, tanto per cominciare, con il “Quindi? Tour”. Sebbene non sia il suo primo concerto nel Salento, l’evento di oggi, venerdì 20 luglio (ore 22.00 – in Piazza Libertini) è considerato una delle chicche dell’estate 2012.
Nella stessa serata, a Otranto, Meli Hajderaj, per chi ha ancora orecchio – in barba a ciò che promettono i terribili tormentoni radiofonici – vale la pena concedersi un concerto che ha il sapore di un viaggio attraverso il Mediterraneo e rientra nel cartellone della seconda edizione di “Suoni a Sud Est”, in Piazza De Donno.
Sempre a Otranto, per gli amanti dei libri, c’è “Libri in scena” (la kermesse giunta alla terza edizione prosegue fino a domenica 22 luglio).

Se volete scappare dalle città e beneficiare fino in fondo del sound adriatico, persino nottetempo, vi consiglio di trascorrere il venerdì al mare, all’Era Ura Sud Bar Beach, sulla Litoranea Casalabate – Torre Rinalda (Via Viserba). Dopo un bagno al tramonto, potreste l’Open Party e il live del Simona Stamer Quartet, a seguire il Dj Tom Middleton.

Chi trascorre la sua prima vacanza nella Terra dei Due Mari ed è in cerca di concerti dedicati alla musica di tradizione, deve spostarsi in quel di Alezio, nel Museo Civico, si esibiscono i “Criamu”, formazione di musica popolare capeggiata da Valentina Mazzotta e Cosimo Giagnotti, in arte “Cavallino”. Inoltre, da venerdì 20 luglio, le scuderie di Castello Risolo, a Specchia, ospitano la mostra dedicata a Norman Mommens, lo scultore di origini fiamminghe innamorato del Salento.

Sabato 21 luglio, i Sud Sound System saliranno insieme a Fabio Concato e altri artisti sul palco del “Premio Barocco” che quest’anno, nel Teatro Italia, spegne 43 candeline. Conducono: Rossella Brescia e Attilio Romita.

Domenica 22 agosto sotto il segno del Jazz, c’è il trombettista torinese Fabrizio Bosso sul palco della decima edizione di “CapraricainJazz”.
A Porto Cesareo, invece, Gianni Ippoliti mette in scena uno “Psicodramma in tre anni” ben riuscito a giudicare dalle colonne che i giornali dedicano da anni al caso della statua dedicata a Manuela Arcuri (che minaccia di esserci, n.d.r.) e che presidia il lungomare della cittadina jonica.

Non di soli spettacoli vive il Salento, lunedì 23 luglio, se siete in zona Gallipoli, fermatevi per la processione in mare dedicata a Santa Cristina, ogni anno c’è materiale in abbondanza per un film, troverete tutta l’iconografia del Sud: luminarie, pescatori, fuochi d’artificio, bande, piatti tipici. Fermatevi ad assaggiare la “cupeta” e la “scapece” camminando tra le vie del centro storico.

Aspettando il prossimo weekend, non dimenticate che da Mercoledì 25 luglio a sabato 28 luglio, Specchia si trasforma nella Cittadella del Cinema d’Autore e ospita la festa del “Cinema del Reale”.
E' una settimana imbottita, scegliete bene.