Da Bari a Napoli in bici: educational della FIAB

La mobilità lenta aiuta lo sviluppo turistico locale

Quando la mobilità lenta è un piacere e fa bene anche allo sviluppo turistico locale. Mentre i trasporti di persone e merci stanno subendo innumerevoli disagi nel sud Italia tra Adriatico e Tirreno a causa dell'interruzione del collegamento ferroviario e stradale nella tratta Foggia-Benevento per un eccezionale movimento franoso, dall'11 al 16 giugno un "educational" con esperti di mobilità ciclistica e cicloturismo della FIAB, inaugurerà il primo itinerario per la mobilità lenta, da percorrere completamente in bicicletta, da Bari a Napoli lungo la "Ciclovia dei Borboni".

L'itinerario corrisponde al n. 10 della Rete ciclabile italiana "BICITALIA". E' stato individuato, insieme ad altre dorsali, nell'ambito del progetto di cooperazione internazionale CYRONMED (Cycle Route Network of the Mediterranean) per lo studio di una Rete Ciclabile del Mediterraneo. Il progetto CYRONMED, promosso e coordinato dalla Regione Puglia con la partecipazione delle Regioni Basilicata, Campania e Calabria (per la parte italiana), si propone di concorrere alla costruzione della Rete di percorribilità ciclistica nazionale, peraltro già prevista dalla Delibera CIPE n. 1 del Febbraio 2001 su “Piano generale dei trasporti e della logistica" e di cui il progetto BICITALIA corrisponde al relativo studio di fattibilità effettuato dalla FIAB su incarico del Ministero dell'Ambiente.

Nello specifico, l’itinerario Bari-Napoli, descritto in un'apposita cartoguida comprendente anche altimetrie e cartografia e liberamente disponibile sul sito www.viaggiareinpuglia.it, si propone di promuovere localmente la mobilità in bicicletta e il cicloturismo come forma di turismo sostenibile locale.

La cartoguida descrive quindi il migliore percorso stradale oggi esistente, sulla viabilità secondaria e a basso traffico, per raggiungere in bicicletta Napoli da Bari, in direzione est-ovest. Il percorso è stato ricercato anche con verifiche e sopralluoghi in bicicletta e, tramite la cartoguida, consente di mettere immediatamente a disposizione di ciclisti e cicloturisti italiani e stranieri un percorso idoneo per poter andare in bici dal capoluogo pugliese a quello campano, quindi dall'Adriatico al Tirreno, scavalcando l'Appennino e passando per cittadine e paesi lontani dai grandi flussi turistici di massa. La cartoguida, inoltre, si propone di contribuire a favorire il cicloturismo tra nuove forme di turismo sostenibile, destagionalizzato, attivo, consapevole e rispettoso dei luoghi attraversati.

La "bicistaffetta" Bari a Napoli", lungo il cui percorso sono programmati incontri con Istituzioni e stampa locale, fungerà anche da viaggio di trasferimento verso il Parco Nazionale del Cilento (SA) dove, dal 17 al 20 giugno prossimo la FIAB, attraverso la sua associazione aderente Cycling Salerno, organizza il suo XXIII Cicloraduno nazionale. Da Napoli a Salerno i ciclisti FIAB andranno in treno con bici al seguito, per poi percorrere in bicicletta tutta la litoranea fino a Paestum. All'iniziativa prende parte una cinquantina di dirigenti FIAB oltre a esperti provenienti da Spagna e Germania. La bicistaffetta non ha, come è facile intendere, finalità sportive.

Antonio Dalla Venezia, Presidente Nazionale FIAB, dichiara: "Da ormai 10 anni la FIAB promuove, ogni anno, la Bicistaffetta lungo uno degli itinerari portanti di Bicitalia. Siamo molto soddisfatti per due ragioni: è la prima volta che viene realizzata una cartoguida, assolutamente fruibile tramite internet, di un intero percorso di Bicitalia, per giunta nel Sud del nostro Paese, tra Bari e Napoli; è la prima volta che i soggetti che sono arrivati a questo importante risultato sono le Regioni. Purtroppo in Italia non è ancora scattata la molla che faccia comprendere quanto sia importante il cicloturismo a favore del quale sono necessarie adeguate politiche e qualche investimento non occasionale, come dimostrano esperienze di successo in Svizzera, Austria, Francia, Germania. Speriamo che la "Ciclovia dei Borboni" non rimanga un caso isolato".

Di seguito il programma della Bicistaffetta Bari-Napoli
Distanza totale km 360

11/06/10 pomeriggio. Bari, conferenza stampa inizio evento

12/06/10 -1^ Tappa Bari-Castel del Monte (km 70) -
Bari (km 0) partenza ore 8.30
Ruvo di Puglia (km 45) arrivo previsto ore 12.00
ripartenza ore 14.30
Castel del Monte (km 70) arrivo ore 17.00

13/06/10
Tappa 2 Castel del Monte-Melfi (km 84) -
Castel del Monte (km 0) partenza ore 8.30
Minervino Murge (km 25) arrivo ore 11.00
Venosa (km 60) arrivo ore 14.00
ripartenza ore 16.00
Melfi (km 84) arrivo ore 18.30

14/06/10
Tappa 3 Melfi-Caposele (km 78) -
Melfi (km 0) partenza ore 8.00
Ruvo del Monte (km 34) arrivo ore 12.00
ripartenza ore 13.30
S.Andrea di Conza (km 57) arrivo ore 15.45
ripartenza ore 16.45
località Materdomini di Caposele (km 78) arrivo ore 19.00

15/06/10
Tappa 4 Caposele-Avellino (km 63) -
Caposele (km 0) partenza ore 8.30
Abbazia di S.Guglielmo (km 18) arrivo ore 10.15
sosta breve max 20 minuti, ripartenza ore 10.30
Montemarano (km 38) arrivo ore 12.30
ripartenza ore 15.00
Atripalda (km 59) arrivo ore 17.00
Avellino (km 63) arrivo ore 18.00

16/06/10
Tappa 5 Avellino-Napoli (km 68) -
Avellino (km 0) partenza ore 8.30
Nola (km 39) arrivo ore 13.00
ripartenza ore 15.30
Napoli (km 68) arrivo ore 18.00 - Conferenza stampa finale

17/06/10 Trasferimento Napoli-Salerno in treno con bici al seguito.

La Segreteria organizzativa FIAB
Michele Mutterle
bicistaffettabari-napoli@fiab-onlus.it