Insieme per un parco ecosostenibile

Il progetto Alba per la salvaguardia delle campagne

Un reale lavoro di rete e collaborazione verso un obiettivo comune: sviluppare una progettualità di grande valore per la cittadinanza, che promuova una cultura della salvaguardia dell’ambiente e della salute.

E' la collaborazione che vede Axa - azienda da molti anni attiva sul territorio nel settore delle bonifiche da amianto e dei rifiuti – offrire il proprio contributo e sposare in pieno l'azione portata avanti dalla Cooperativa sociale L'Arcobaleno e dall'associazione CulturAmbiente, impegnate a fondo nell'avvio del progetto Alba. Un progetto ambizioso di comunità aperta, un parco ecosostenibile che sorgerà all’interno di due strutture situate in agro di Lecce su via vecchia Copertino, nelle vicinanze del comune di San Pietro in Lama, due antiche masserie immerse in 10 ettari di verde caratterizzate da un agro – eco – sistema non ancora compromesso dall’intervento antropico ed in equilibrio stabile.

Un ostacolo allo sviluppo e all'obiettivo stesso del progetto Alba è però costituito dalla presenza nel luogo di alcune vecchie tettoie di pollai e spazi tecnici con coperture in cemento e amianto (circa 26 mq) che certamente minano la salubrita’del luogo. Qui sta il valore della collaborazione dell'azienda Axa, che si è offerta, nella persona del titolare Giampiero Corvaglia, di procedere a titolo gratuito alla bonifica dell’amianto presente. L'azienda, che infatti ha già collaborato con CulturAmbiente in varie occasioni (progetto rifiuti zero in ateneo, raccolta solidale, raccolta cartone zona industriale e numerose attività di sensibilizzazione) ha confermato così la propria attenzione alle problematiche ambientali, una sensibilità verso cui i promotori del progetto Alba esprimono una gratitudine e una riconoscenza legate proprio al lavorare per obiettivi comuni.

Cultura dell'alimentazione e dell'ambiente sano, cura del corpo e dell'interiorità, lavoro verde e prevenzione delle dipendenze sono i settori su cui il progetto Alba intende sviluppare la propria azione, nel cui ambito CulturAmbiente si occuperà di seguire e proporre la realizzazione di tutti quegli interventi volti a mitigare (laddove è possibile ad abbattere) l’impatto ambientale delle strutture e delle attività che si svolgeranno all’interno del progetto. Saranno realizzati quindi bagni con tecnologie a basso consumo idrico, alimentate con acqua piovana e acque reflue fitodepurate e riutilizzate in agricoltura, si utilizzeranno detersivi biodegradabili alla spina, arredamenti e accessori in materiali di recupero o certificati, impianti a basso consumo energetico, saranno promosse le energie rinnovabili, agricoltura bio con tecnologie sostenibili, cicli chiusi di autosufficienza, riuso. Un insieme di sinergie, dunque, mirate a sviluppare benessere nel senso più ampio e autentico del termine.