SalentoWeb.Tv racconta "Ci rivediamo all'Alaska"

Che fine hanno fatto i ragazzi dell'Alaska? E che ricordi portano con sé degli anni '90 trascorsi nel ritrovo leccese per eccellenza? Uno degli incroci stradali del quartiere San Lazzaro a Lecce, a ridosso del distributore di gelati Alaska, verso la fine degli anni '80 e per buona parte dei '90, infatti, è stato teatro generazionale, il "muretto" dei ragazzi che dopo il suono dell'ultima campanella al termine delle lunghe mattinate liceali si davano appuntamento all'Alaska.

#salentowebtv #weareinsalento #salentoevents #cirivediamoallAlaskaSiamo nel centro storico di #Lecce che negli anni '90...

Posted by Salentoweb.Tv on Mercoledì 15 luglio 2015

Era un appuntamento sottinteso, non necessitava di verifiche, quasi una stagione inevitabile che divideva la giornata degli adolescenti (e dei tardo-adolescenti, nonché dei "vitelloni" salentini in cerca di vite sabbatiche) tra l'attesa di questa sosta in compagnia di tutti, di chiunque, lo spartiacque tra la mattina e il pomeriggio in una città il cui centro storico era ancora off limits e si attraversava a bordo dei motorini sfidando segnaletica e regole.
All'Alaska trovavi tutti (e tutto, leggi fumo, erba, "storie" varie); tantissimi ragazzi come argentini portati dalla corrente confluivano in questo bacino che costituiva un'inspiegabile polo d'attrazione naturale, una calamita e un modo di esserci, di partecipare e condividere ai tempi in cui non c'erano le chat, nè i social network e se non volevi essere rintracciato ti bastava lasciar squillare a vuoto il telefono fisso della casa di mamma e papà.

#salentowebtv #weareinsalento #salentoevents #cirivediamoallAlaskaSiamo all'Alaska, lo storico ritrovo che negli anni '...

Posted by Salentoweb.Tv on Martedì 14 luglio 2015

All'Alaska - un luogo democratico - c'erano i ragazzi del liceo classico Palmieri e quelli dello Scientifico, c'erano quelli dell'Artistico e quelli che si era già diplomati (alcuni da un pezzo), c'era il figlio del notaio e il figlio di nessuno, lo spacciatore e il futuro poliziotto, quello che sarebbe diventato un politico e quello che avrebbe tentato fortuna lontano, c'erano alcuni che poi avrebbero fatto strada e certi che non si sono mai mossi dal punto di partenza. Insomma, l'Alaska, per dirla alla Totò, era una livella, accomunava tanti tipi umani posti dinanzi a quel genere di spaesamento che coglie chiunque nel difficile ponte da attraversare per lasciarsi alle spalle gli anni del liceo, dei primi amori, delle fughe segrete verso il mare e degli scioperi, le occupazioni, le sigarette clandestine, le feste al ritmo dei Cure e della musica che filtrava quegli anni condensandone le atmosfere. Oggi quei ragazzi sono cresciuti, la città è molto cambiata, il centro storico è il nuovo ritrovo e gli anni in cui attraversarlo era rischioso, gli anni della Mara, dei motorini, dell'irreperibilità, sono lontani.

Da qui nasce l'evento "Ci rivediamo all'Alaska" (in programma venerdì 24 luglio a partire dalle ore 19.15) dal comico Simone Mele che racconta: "Quando ancora non c'erano i telefonini a Lecce esisteva un luogo democratico che annullava le differenze di ceto, di orientamento politico di fede calcistica o religiosa, in questo posto centinaia di giovani si riunivano dopo la scuola o la nnargiata per trascorrere qualche minuto prima del pranzo. Questo luogo magico era chiamato per sineddoche L'ALASKA. Per una sera riviviamo da protagonisti quei momenti indimenticabili portando con noi una testimonianza, un cimelio e perchè no a bordo di una vespa o un motorino i nostri figli."
Insomma un appuntamento un po' proustiano nel punto nevralgico del quartiere San Lazzaro per ritrovare i ragazzi di ieri in una festa ironica e un tantino "amarcord". SalentoWeb.Tv racconterà questa rimpatriata che ha il sapore degli appelli scolastici e dei raduni tra vecchi amici. Portate le Vespe fuori dai garage, ci rivediamo all'Alaska!