#OggicucinaRosa: "Zucchine ripiene"

Oggi cucino le "Zucchine ripiene". Sono innumerevoli le preparazioni a base di ortaggi farciti, questa ricetta è un piatto estivo che si può preparare in anticipo e mangiare, ad esempio, al ritorno dal mare e per cena.

Le "canoe di zucchine" così sono state ribattezzate scherzosamente dai miei amici, hanno una farcia speciale, la "nduja" è un salame piccante, tipico della Calabria, dalla consistenza morbida.

Il nome deriva dal latino "inducere", insaccare, in Francese, altra lingua neolatina, "andouille" indica un salame insaccato. La carne di maiale conservata nel budello è mescolata col peperoncino piccantissimo, è uno dei modi più antichi per la conservazione degli alimenti, l'altro metodo che si utilizzava era il sale, ingrediente più raro e prezioso nelle zone di montagna, lontano dal mare. ingredienti: io calcolo 2 zucchine a persona, 4 zucchine medie, freschissime e possibilmente di forma regolare, 1 uovo, 2 cucchiai di formaggio (il vostro preferito), 2 cucchiai di pane (mezzo panino fresco che grattugerete al frullatore). Il pane fresco rende l'impasto più morbido.

300 grammi di carne macinata, mescolata con una fetta di un centimetro di nduja calabrese piccante. (Io me la faccio preparare da Sandro, il macellaio del Mercatino di Porta Rudiae, se vi trovate nei pressi dell'omonima porta, prendetela anche voi da Sandro Lattante, e vi faciliterete l'impasto. Sale q.b. Lessare le zucchine in acqua bollente salata per cinque minuti.

Preparare l'impasto come per fare le polpette con gli ingredienti in elenco. Tagliare a metà le zucchine e farcite sistemandole in una pirofila già unta di olio. Infornate per 20/30 minuti a 170 gradi.