L'arpa di Vincenzo Zitello per "Copertino d'Estate 2016"

La poesia espressa dalla musica per arpa si presta al viaggio immaginario, alla visione, al senso di meraviglia sollecitato da leggende popolari e note che in giustapposizione costituiscono una vera e propria macchina del tempo, una dimensione altra. Lo ha scoperto ieri sera il pubblico presente al terzo concerto della rassegna "Quando le corde toccano il cielo", nell'ambito di "Io che amo solo te - Copertino d'Estate 2016", che ha visto protagonista il musicista Vincenzo Zitello.

Sulla terrazza dell'ex convento delle Clarisse annesso alla Chiesa di Santa Chiara, dove si narra che San Giuseppe - "un monaco rissoso vola tra gli alberi", come lo ha ritratto Bodini - abbia compiuto i primi voli per le monache, il concertista e primo pioniere dell’arpa celtica in Italia, ha incantato e accompagnato il pubblico nel percorso di scoperta della musica tramandata alla stregua delle fiabe e trascritta da quanti come lui hanno dedicato la vita allo studio e alla ricerca.

Zitello ha iniziato i suoi studi musicali come violinista e flautista in giovanissima età, la sua formazione è di tipo classico, che ha progressivamente ampliato, attraverso un articolato percorso artistico che lo ha portato ad approfondire diversi linguaggi musicali, per poi ottenerne un risultato espressivo e personale che afferma una nuova e inconfondibile personale ed identità musicale.

La musica di Vincenzo Zitello segue un preciso orientamento di ricerca che mira ad esaltare le insospettabili potenzialità che dimorano tra le corde delle sue arpe. In concerto ne utilizza due che vengono suonate in alternanza, l’arpa celtica e l’arpa bardica, due strumenti della tradizione Gaelica con caratteristiche sonore ed espressive differenti. Un concerto coinvolgente grazie alle composizioni del musicista italiano amato in tutto il mondo per i suoi crescendo fatti di lirismi, evocazioni, allusioni, ritmi, variazioni e virtuosismi che rapiscono sin dal primo ascolto.

Il sindaco di Copertino Sandrina Schito ha sottolineato: "Il cartellone culturale estivo quest'anno è particolarmente prezioso grazie alla presenza di artisti del calibro di Zitello, abbiamo fatto una scelta di qualità e vi invitiamo a continuare a partecipare alle serate in programma per tutta l'estate 2016".