L'estate nel Salento non è ancora finita

L'estate nel Salento non è ancora finita

Il turismo salentino non è ancora finito. Dopo gli esaltanti risultati dei mesi di giugno, luglio ed agosto, continuato ad arrivare ondate di turisti nel Salento.

A settembre l'incremento medio previsto dall’Apt di Lecce è del 2%, con punte del 4%. Il Salento si conferma ,quindi, tra le mete turistiche in crescita anche nei periodi di bassa stagione.

«Le tendenze positive previste dagli operatori turistici - commenta Stefania Mandurino, commissaria dell’Apt di Lecce - confermano la bontà dell’offerta salentina, che prevede un settembre all’insegna del benessere e della natura, grazie a un’of - ferta mirata e attenta ai differenti target. Non solo mare ma anche turismo verde, sport e con l’entroterra capace di esaltare le tradizioni popolari. In evidenza anche il turismo congressuale, la cui crescita è legata alla qualità delle strutture ricettive. Oggi il Salento sta vivendo un momento magico dal punto di vista turistico, anche per la vivacità creativa che rafforza il suo appeal di crocevia di nuove tendenze culturali, artistiche e comunicative».

Il dato previsionale medio registra nel mese di settembre un aumento complessivo del 2% rispetto allo stesso periodo del 2009.

L'area con la migliore "performance" è quella del Sud Salento: Santa Cesarea Terme vanta un’impennata del 4%. Il tasso di occupazione medio delle camere nelle strutture dell’area di Lecce si attesta tra il 60 e l'80 %.

Nel capoluogo la domanda risulta in aumento nella prima quindicina di circa il 2%, mentre risulta uguale allo scorso anno nella seconda metà del mese.