#Peggiomisento: La gita fuori porta

di Bruna Pizzichini

Ho gironzolato un po’ per vacanza ultimamente, tra la Toscana e la Puglia, lu Salentu...lu mare lu sule li ientu...
Ho setacciato i luoghi e osservato la gente perché non posso fare a meno di essere il solito segugio style-scout che tutti conoscete.

Allora... Ancora una volta (non posso proprio farne a meno!) ho scrutato e spulciato le donne e gli uomini incontrati per strada alla ricerca di nuove ispirazioni e originali idee taglia-e-cuci, come una fashion-voyeur vestita effetto cipolla (molto utile se occorre alleggerirsi o coprirsi più volte durante il giorno... ah, le fresche colline del Chianti...ahhhh pure le ultime escursioni termiche e l'umidità che spezza le ossa!)
Alla base c’è l’idea che a me piace pensare che ogni nazione, regione, provincia, città o addirittura borgo o contrada abbia le proprie tipicità in fatto di usi e soprattutto costumi ma, eddài... piedi per terra, oggi l'uso si è appiattito e di sicuro il costume non esiste più, si è estinto quando hanno inventato la tv via cavo. Io comunque adoro gli usi e costumi e con la parola “costume” ci ho sempre giocato (dopotutto il costume qui da noi è anche l’abito della festa...)
...Momento flash-back: a scuola, durante l’ora di geografia, la prof. indica incomprensibili macchie colorate sulla cartina fisico-politica dei Paesi Bassi e io mi prefiguro il momento in cui parleremo degli usi e costumi nella terra dei tulipani e disegno sui margini del libro di testo abiti immaginari composti da lunghe gonne contadine orlate di merletto e sapientemente accostate a calzari medievali...

Ok, ho capito, ho capito...vi starete di sicuro domandando: dove cavolo vorrà andare a parare?
Ebbene......sono stata un po' in vacanza, fin qui ci siamo, ho gironzolato quatta quatta [ho una sciarpa e una ciabatta ;-) ...] e osservato soggetti "costumati" in carne ed ossa che avrei voluto narrarvi in un indimenticabile report modaiolo ma....ci siamo, ecco il punto: non ci sono differenze!!!! A Pienza come a Lecce, tutto il mondo è paese o meglio ogni paese è il mondo intero: chianine in pant-camicia (tranquilli amici veg, non ho visto vacche vestite di lino... sono le ragazze della valdichiana!!!) con improbabili tocchi di stile rustico-toscano misto ad influenze del sud del mondo, di paesi lontani e stranieri mai visitati, tutto amplificato dalla Pasqua imminente, naturalmente!
E che dire di quell'uomo così chic, abbigliato stile “esternadamariadefilippi”, con l’ormai neo-classico pantalone bianco in armonia con lo chemisier della compagna, uguale-uguale alle scarpette del bebè, in braccio alla nonna, che di bianco ed alla moda, indossa i capelli?! Erano in Via Tornabuoni o in Via Trinchese? VESTONO UGUALI per non apparire diversi? Si vestono oppure semplicemente si coprono?
Non lo so, ma è la globalizzazione, tesoro, cosa ti aspettavi?

Bruna Pizzichini
per Lunita Pascal
www.lunitapascal.com